LE MIGLIORI UNIVERSITA’ ITALIANE

Ormai gli esami di Maturità si stanno per concludere e per i neodiplomati dell’Accademia Avvenire è arrivato il momento di pensare al futuro. Infatti, proprio nel mese di luglio, iniziano le iscrizioni ai test e alle Università e molti dei nostri ragazzi stanno valutando quale ateneo scegliere. Ecco quali sono le migliori Università italiane che, per le loro eccellenze, riceveranno premi economici dal Ministero dell’Istruzione. Ul podio più alto nell’ordine il Politecnico di Torino, il Politecnico di Milano e la Ca’ Foscari di Venezia. A seguire troviamo rispettivamente l’Università di Bologna e l’Università Tor Vergata di Roma. Per trovare le storica università” La Sapienza” di Roma, dobbiamo scendere in classifica al trentaseiesimo posto, almeno secondo quanto riportato dal quotiodiano” La Repubblica”. Ma in base a quale criterio il Ministero della Pubblica Istruzione ha stabilito questa classifica? Tre i parametri su cui si sono basati i criteri di scelta: 1. l’internazionalizzazione delle facoltà; 2. la capacità di attrarre investimenti privati e scovare bandi pubblici utili; 3. la capacità di far chiudere agli studenti il loro ciclo di studi nei tempi indicati. Ecco, nell’ordine, le migliori dieci Università italiane: 1. Politecnico di Torino; 2. Politecnico di Milano; 3. Università degli Studi di Venezia “Ca’ Foscari”; 4. Università degli Studi di Bologna; 5. Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”; 6. Università degli Studi di Ferrara; 7. Università degli Studi di Milano; 8. Università degli Studi di Verona; 9. Università degli Studi di Pavia; 10. Università degli Studi di Udine. In base a questa classifica, le rette di questi Atenei subiranno delle modifiche? Per rispondere a questo quesito viene in nostro aiuto il Prof. Carlo Carraro, rettore dell’Università Ca’ Foscari (terza classificata), che in un’intervista al quotidiano La Repubblica ha così dichiarato “il costo dell’iscrizione al nostro ateneo è di 1600 euro l’anno, ma ci sono molte esenzioni. Non pagano i tre migliori per corso di laurea e chi eccelle nello sport”. Insomma, se il livello dell’Università è ottimo, gli studenti devono tenere il passo per poterle frequentare.

Lascia una risposta